Menu

«Io pur di lavorare pagherei!»

0

Che sia vero o falso non l’ho mai scoperto, ma al funerale di un mio carissimo amico il frate che celebrò la funzione lesse una frase che pare scrisse il buon Carlo: «Io pur di lavorare pagherei!»

Si chiamava Carlo, ometto il cognome per motivi di riservatezza, morì giovane a causa di una malattia che non perdona: l’Atassia. Durante la messa per il suo funerale il frate che celebrò la funzione lesse una frase che si dice abbia scritto Carlo: «Io pur di lavorare pagherei!»

All’epoca, parliamo di più di vent’anni fa, non c’era la crisi che viviamo oggi come neppure la disoccupazione giovanile era così accanita. Ci si poteva ancora permettere di rifiutare i lavori che ci venivano offerti in attesa di trovarne uno migliore. Non importava tanto lavorare quanto raggiungere una occupazione tranquilla, redditizia e sicura.

Io come Disabile ebbi la fortuna di potermi creare un lavoro che avevo immaginato all’età di undici anni mentre invece Carlo non lavorò mai. In quella sua frase è presente l’importanza che il lavoro dovrebbe avere in ogni mente umana e non solamente in quella di chi vorrebbe ma non può. Vivere con passione è anche lavorare con passione, con la dignità di svolgere il proprio compito senza sentirsi schiacciati da un macigno che non vorremmo portare sulle spalle.

In questa area del Blog vi racconterò quanto ho fatto, delle mie attività e di tutto ciò che appartenne alla sfera lavorativa. Oggi sono in vacanza, non ho ancora capito se questa vacanza durerà in eterno, se sarà interrotta solo da attività giornaliere di passioni varie o se ritornerà a essere lavoro.
Una cosa è certa: non ho mai potuto concepire una vita priva di un impegno lavorativo!

Image Credits: Exmacagliari.com

Condividi

A proposito dell’autore

Sono nato il 25 febbraio del 1963 ed a 23 anni ho coronato il mio primo sogno d'impresa: un'attività commerciale che durò per circa vent'anni. Dopo un periodo sabbatico fondai nel 2009 Ideas & Business S.r.l. che iniziò la sua opera come incubator di progetti. Nel 2013 pensai di concretizzare un sogno editoriale: realizzare un network di testate online. DisabiliDOC.it è la seconda testata attiva dal 16 febbraio 2015. Altre già pensate e realizzate prenderanno vita pubblica nei prossimi mesi. Per ora scrivo per passione come per passione ho sempre lavorato per giungere alla meta.

Partecipa

  • Lascia un commento

  • Commenti su Facebook

    comments

  • Commenta tramite Google+

    Powered by Google+ Comments