Menu

Un’intervista per capire: il Dottor Luca Ferrini intervista Carlo Filippo Follis

0

Se tu – Carlo Filippo Follis, Imprenditore e Contribuente – arrivi a scrivere un libro dal titolo “Imprenditore Disabile macellato dal Fisco italiano” è perché stai affogando in problemi che da solo non puoi risolvere. Il Dottor Luca Ferrini è colui che un giorno allungò la mano per sostenermi e spiegarmi come sarebbero potute andare diversamente le cose. Il racconto è nell’intervista.

Ho sempre pensato che chi affoga può salvarsi solo se qualcuno si bagna per salvarlo, per tirarlo fuori dall’acqua.

Il Dott. Luca FerriniDifensore Tributario – il tuffo l’ha fatto intervistandomi e parlando della vicenda che mi portò a scrivere “Imprenditore Disabile macellato dal Fisco italiano”, mi ha sorretto il capo facendomi capire come avrei dovuto agire se avessi saputo, se mi fosse stato detto ciò che oggi so; ora però, per uscire dall’acqua, c’è bisogno di una buona barca dotata di argano…
Spero giunga quindi dalle istituzioni, da una trasmissione o da chi può agire per correggere le proprie azioni!

Mi ritengo fortunato ad aver conosciuto un Professionista quale il Dott. Luca. Si dice che un grande Re abbia sempre al fianco una grande Regina, io affermo che un buon imprenditore è colui che al proprio fianco ha Grandi collaboratori…

Prima delle 16:38 del 26 aprile scorso neppure sapevo chi fosse quel Dottor Luca che mi scrisse tramite Messanger per chiedermi se ci potevamo sentire. Il suo interesse era stato suscitato dall’articolo comparso su La Stampa di Torino. Io che negli ultimi anni avevo elemosinato attenzione e supporto per una vicenda che era prevedibile finisse male, venivo contattato da una persona sconosciuta, ma molto più disponibile di tante altre. Chiacchiere telefoniche, email e messaggi via Facebook ci fecero arrivare a quel 6 maggio in cui si girò l’intervista che oggi potete vedere in forma integrale.
Un libero professionista, impegnato dal lunedì al venerdì con il proprio lavoro, sacrificò un sabato che poteva essere più “famigliare” per raggiungere Settimo Rottaro, conoscermi di persona e registrare l’intervista.

Come dico in apertura, talune volte non ci si può aiutare da soli. Non ricevetti aiuti precedenti all’interessamento del Dottor Luca se non l’attenzione di alcuni coraggiosi giornalisti che negli ultimi giorni parlarono della mia situazione. Ricevere quindi l’interessamento di un noto Dottore Commercialista specializzato in Difesa Tributaria mi stupì come mi diede la voglia di approfondire dei temi che tratterò nel prossimo articolo “È agghiacciante: l’Agenzia delle Entrate non sempre opera a norma di legge!”.

Il Dottor Luca non ama essere celebrato, ritengo però doveroso ringraziarlo per il tempo e l’attenzione spesi come ringrazio anche la Dott.ssa Rada di Mediaset e i suoi collaboratori che girarono un’intervista poi proposta dal TG4 e da Studio Aperto. Tutto ciò non sarebbe accaduto se il Dottor Andrea Rossi non avesse scritto per La Stampa di Torino quell’articolo che fu il capofila di successivi interventi giornalistici.

Nello specifico i ringraziamenti vanno al protagonista del giorno, al Dottor Luca Ferrini, ma sono destinati anche a tutti coloro che già si sono occupati dell’ “Imprenditore Disabile macellato dal Fisco italiano” e a coloro che se ne occuperanno.

Image Credits: Formiche.net

Condividi

A proposito dell’autore

Sono nato il 25 febbraio del 1963 ed a 23 anni ho coronato il mio primo sogno d'impresa: un'attività commerciale che durò per circa vent'anni. Dopo un periodo sabbatico fondai nel 2009 Ideas & Business S.r.l. che iniziò la sua opera come incubator di progetti. Nel 2013 pensai di concretizzare un sogno editoriale: realizzare un network di testate online. DisabiliDOC.it è la seconda testata attiva dal 16 febbraio 2015. Altre già pensate e realizzate prenderanno vita pubblica nei prossimi mesi. Per ora scrivo per passione come per passione ho sempre lavorato per giungere alla meta.

Partecipa

  • Lascia un commento

  • Commenti su Facebook

    comments

  • Commenta tramite Google+

    Powered by Google+ Comments